copertina

upstaris

sezioni

gu legge


utenti registrati 108


deflagrazione (mikromakina servito)
tutto é cominciato lentamente, spaccando micro-vasi e tessuti molli, giorno dopo giorno per almeno dieci anni. un polipo maleodorante giallastro la in mezzo alla gloria musicale, alle trivelle bianchissime per foglie d'insalata, carni, pesci, vitamine e zuccheri. un mostro a quattro teste, acidulo sfrenato ingordo. s'insinuò sino alla testa radicolare debitamente devastata da strumenti innominabili. poi venne il dì del trionfo, si ritirò e parve scomparire sotto una buona dose di veleni, sottomesso alla mano esperta, all'uncino di satana che colpì a morte! Sognai di gloriose battaglie e prigionieri in fuga. ma una mattina qualunque ma molto in alto il botto!
mi sveglia di soprassalto e ivi raccolsi dall'acqua il moncherino, ancor bianco ma internamente assai vuoto. Lo seppellì e mi recai dallo specialista. Mi fece sedere e la pietà lo colse difronte a cotanta disgrazia. In un battibaleno sostituì la porcellana vivente con della plastica di qualità scadente ma pur sempre assai utile. Tolse il guanto in lattice e m'impose di riflettere per ben due anni sulla funzione essenziale e vitale del preventivo per un lavoretto di bocca. Il decimo capello bianco crebbe a dismisura arrivando quasi al ginocchio. Purtroppo sottovalutai una serie di azioni improprie ed andai avanti convinta che il maledetto sotto-celebrato fosse scomparso finché proprio l'altra domenica successe. successe l'inevitabile sciagura che oggi restituisce al mio specchio un cratere!
E allora non mi resta che suonare un requiem bianco. E mentre lo spazzolino percuote la caverna si ode il ricordo chiaro e forte di un gran boato: ah me misera, il plasticoso dente é deflagrato.







320 letture
1 commento

mostra commenti

pubblicato il 2016-08-04 alle 21:44:03