copertina

upstaris

sezioni

gu legge


utenti registrati 107


Mar Te rra
- Marte chiama Terra. Marte chiama Terra. Terra rispondi?
- Ciao Marte, tutto bene? Come procede la "missione"? Hai fatto le analisi per vedere come stai?
- Procede bene, pare. Non è vero che qui la vita sia proibitiva.
- Bene, sono contento. Anzi, contenta, perché sono la Terra. Allora un po' di gente la possiamo mandare lì? Sai, a me le risorse sono quasi finite. Tutta colpa della siccità, dell'effetto serra, del buco dell'ozono, dell'inquinamento, del menefreghismo dell'umanità...
- Uhm... Ok la prima che hai detto, ma le altre motivazioni non sono proprio invitanti per accogliere persone. Chi mi garantisce che poi non rovinino anche me?
- Sai, Marte, non volevo e non vorrei darti la patata bollente. Ma da quando abbiamo capito io e te che i famosi marziani non esistono (se non, metaforicamente, da me) ho capito, e tu stesso ne hai convenuto, che vale la pena tentare. Perché è vero che gli umani mi hanno sfruttata e spesso gettata via o distrutta, incuranti, è vero che probabilmente starei meglio senza di loro, eppure continuo ad amarli, come una madre ama i propri figli, e vedrai che li amerai tu stesso, come dei figli in adozione.
- E perché dovrei? Anzi, se proprio vuoi incrementare le mie forme di vita ancora troppo primordiali perché non mi dai delle piante e degli animali meno devastanti?
- Ti darò anche loro. Ma sappi che nonostante tutti i loro gravi difetti, anche quando ti pentirai, e succederà mille, anzi, milioni di volte, di avermi dato retta, gli umani conquisteranno anche te. Perché accanto ad esseri scellerati esistono fior di menti, e soprattutto di cuori. E ti meraviglierai vedendo quante scoperte e invenzioni faranno, come saranno in grado di adattarsi, come ti arrederanno e di che creatività disporranno. E se questo potrà venirti a noia, non ti verranno invece mai a noia i gesti di amore puro, disinteressato, tanto più preziosi perché quella mente così sviluppata, il libero arbitrio di cui dispongono consente loro anche di scegliere il male e di saperlo esercitare, talvolta con estrema crudeltà, purtroppo. E comunque durante la loro permanenza o alla fine dei giochi, sarà valsa la pena, perché la vita va vissuta nelle sue gioie ma anche nelle sue difficoltà, e come è finito il Paradiso terrestre era destino che finisse anche quello... marziano. Ti ho convinto?
- Non del tutto, ma mi è piaciuto ascoltarti. Se le cose devono andare così me ne farò una ragione, sperando che il mio essere meno accogliente di te, almeno ora come ora, non si riveli per gli umani una prigione e sperando che un domani non mi debba pentire di averli accolti senza nemmeno chiedere loro la pigione.
- Bravo Marte, per qualsiasi indicazione o consiglio conta pure su di me. In fondo siamo meno diversi di quello che potrebbe sembrare. Barando su un'unica lettera, come cantava il mio caro ospite Francesco Guccini, siamo perfino anagrammi!
- Che hai detto? Non ho capito...
- Niente, niente, Caro. Buona giornata... Aehm, buon anno luce e ancora grazie!
- Grazie a Te(rra)!








454 letture
1 commento

mostra commenti

pubblicato il 2016-02-28 alle 14:37:44