copertina

upstaris

sezioni

gu legge


utenti registrati 108


un solo sguardo
la foto improvvisa che mi appare é di un uomo,
un uomo che ho amato. spesso portava i simboli
che mai mi sarei aspettata di trovare addosso a qualcuno, simboli a me cari frutto di un cammino lunghissimo. li sfoggiava giorno dopo giorno
ignaro dell'effetto che facesse dentro di me. sfilavano
sedie, scimmiette, banane, marziani, canzoni, rospi, api, ramarri e alci.
non c'era giorno che non avesse qualcosa di speciale cucito addosso
e che in qualche modo appartenesse anche a me, a volte arrivava addirittura
a dir certe cose che sarebbero accadute poco dopo, ed io lì, impalata ad ascoltare e cercar di
non perdere il senno, a ripetermi fino allo sfinimento che no, non doveva essere così, finché ebbi la certezza che nulla avrei potuto fare per interrompere quella alchimia folle, se non
lasciare che tempo e cose scorressero e basta. ho cercato di scuotermi e far lo stesso con lui, ma nulla. io lo riconoscevo e lui no. parole, interi discorsi fluiti da me a lui nei silenzi delle mattinate, nei pomeriggi delle miei notti in bianco in cerca di risposte. attraverso di lui rivedevo tutto all'indietro, cose fatte di me che tenni in serbo nel mio cuore per milioni di miliardi di minuti di una vita, conservate come piccoli tesori di carta, di matite, di caramelle dell’infanzia, di bottoni nascosti in scatole di latta. quest'uomo era fatto di tutto ciò a cui io tenevo, ed era così delicato, gentile, amorevole. mi sentivo in sintonia completa, ma non sono mai stata felice, la suo ombra era così scura e impenetrabile, così trasparente e luminosa. ogni giorno era come trovarsi difronte a se stessi senza potersi mai prendere. ogni sorta d'impedimento ci slegava in questa vita. ancora adesso, il pensare a questo, scatena una sorta di pioggia tormentosissima che mi prende l'animo e mi fa sentir triste. lo incontravo ogni giorno ed ogni volta era come se ci fosse scritto: non puoi stare con lui. un maledetto cartello gigante quanto l'universo. ero stata tanto, tanto arrabbiata per questo amore, improvviso e impossibile ma alla fine é bastato anche solo un suo piccolo sguardo, per illuminare a giorno questa mia sghimbescia strada verso l’eternità.







395 letture
1 commento

mostra commenti

pubblicato il 2016-02-04 alle 21:33:08